Si parla di YourMurano.com anche al Big Tent di Roma organizzato da Google.


Il 9 Ottobre al Tempio Adriano di Roma si è svolto l’evento Big Tent “Made in Italy: la sfida digitale” a cui ha partecipato Eric Schmidt, Presidente Esecutivo di Google.

 

Durante il convegno è stato presentato lo studio “Internet & Export” realizzato da Doxa Digital su incarico di Google e che potete scaricare a questo link.

 

Nello studio YourMurano.com è citato tra i quattro casi di aziende italiane che hanno saputo utilizzare il web quale volano per l’internazionalizzazione del Made in Italy, sviluppando una valida strategia di commercializzazione presso i mercati esteri basata sull’e-commerce. 

 

Secondo la ricerca Google-Doxa, “le imprese italiane che hanno commercializzato i propri prodotti online oltre confine sono riuscite a compensare meglio la crisi o addirittura hanno ottenuto un incremento nel proprio fatturato.

 

Al crescere del livello di maturità digitale, aumenta la percentuale di Pmi che intrattengono rapporti internazionali di vario tipo e la percentuale di imprese che fanno export, con risultati molto promettenti per le imprese di minori dimensioni”. 

 

Chi usa i canali digitali è più forte con le vendite all’estero.

 

 

“La percentuale di piccole imprese che intrattengono relazioni con l’estero – grazie all’uso maturo di strumenti digitali – è quattro volte superiore alla percentuale di aziende non digitalizzate”.

 

Maturità digitale ed export hanno un impatto diretto anche sul fatturato: le imprese digitalmente avanzate dichiarano in media che il 24% del fatturato derivante dall’export è realizzato proprio attraverso il canale digitale.

 

Ci sono grosse opportunità nel made in Italy, nota Google.

Nel primo semestre 2013, le ricerche su Google relative al Made in Italy sono cresciute dell’8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Stati Uniti ed Europa continuano ad essere le aree geografiche con i volumi assoluti maggiori, seguiti da Giappone, Russia e India, che fanno registrare la crescita maggiore. La moda è la categoria più cercata, seguita dal settore automotive: i tassi più alti di crescita li registra però il Turismo, che sta tornando a crescere dopo il rallentamento dello scorso anno; positivamente stabile la crescita dell’alimentare.

Comments are closed.